Home > GIS, Open Source, Web Mapping > Open Layers & Mobile: aggiornamento

Open Layers & Mobile: aggiornamento


Dal 20 al 25 Febbraio a Losanna un gruppo di sviluppatori di OpenLayers (il framework Javascript che da anni è un indiscusso leader mondiale del web mapping / web gis open source), si sono ritrovati per un code sprint avente come obiettivo quello di “portare OpenLayers su piattaforma mobile”.

La sempre maggiore diffusione degli smartphone, sui quali la componente di localizzazione, e quindi spaziale, è praticamente presente di default, presto renderà il mobile LA piattaforma di riferimento per applicazioni di largo consumo.

OpenLayers, pena rischiare di essere tagliato fuori da quello che sarà un nuovo (nuovo ???!!! …..), mercato, non può lasciarsi sfuggire una grossa (e ghiotta …..), opportunità di essere presente come strumento per lo sviluppo di applicazioni di web mapping open source anche su questo tipo di piattaforme valorizzando il patrimonio di know how già presente a livello mondiale.

L’avere infatti OpenLayers “pronto” per essere integrato in queste applicazioni è una bella notizia per tutti coloro che già usano da anni questo framework e che saranno quindi facilitati nella realizzazione delle prime applicazioni su mobile.

Ecco un breve riassunto delle attività svolte e dei risultati:

  • miglioramento dell’event handling (drag & click handler). Ora i controlli out-of-the-box di OpenLayers funzionano sia in ambienti mouse-centrici sia in ambienti touch-centrici
  • miglioramento delle prestazioni anche su dispositivi con risorse limitate con particolare attenzione al posizionamento e resizing dei tiles
  • approfondimenti su modalità di offline browsing e offline editing che rappresentano sicuramente degli aspetti chiave per l’utilizzo di soluzioni da offrire su dispositivi mobili anche in situazioni di scarsa copertura del segnale telefonico
  • per quei browser che supportano Geolocation API c’è la disponibilità di un Geolocate control che permette di posizionare elementi sul territorio e gestirne le modifiche di localizzazione
  • supporto del touch dragging sia per dispositivi iOS sia per quelli Android. Per i browser senza full touch drag le mappe gestite da OpenLayers possono essere ricentrate tramite doppio click
  • esempi di integrazione di OpenLayers sia con jQuery Mobile sia con Sencha Touch
  • OpenLayers è una libreria Javascript piuttosto ampia, mentre una tipica applicazione di web mapping basata su OpenLayers usa una piccola frazione delle funzionalità disponibili dalla libreria stessa. Al fine di rendere più performante le applicazioni basate su OpenLayers, in particolare per dispositivi mobili ma in generale per tutte le applicazioni Javascript-based, è importante assemblare solo la porzione della libreria necessaria alle funzionalità che si andranno ad offrire. Il gruppo di sviluppo che ha partecipato al code sprint renderà disponibili dei build limitati per gli esempi resi disponibili e un OpenLayers build tool basato su Google Closure Compiler allo scopo di creare dei build che minimizzino il codice applicativo
  • le nuove funzionalità saranno rese disponibili nella prossima release stabile di OpenLayers quindi la 2.11

Ecco i post che riassumono l’esperienza di queste due giornate:

About these ads
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 149 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: