Archivio

Archive for aprile 2012

Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali: il portale è online!


Come ufficializzato da DigitPA dal 5 Aprile 2012 è online il portale del Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali (RDNT).

Come previsto dal citato articolo 59 del CAD, le specifiche tecniche con le quali viene individuato il contenuto del RNDT e le relative modalità di costituzione e aggiornamento sono state definite dal Comitato per le regole tecniche sui dati territoriali delle pubbliche amministrazioni e adottate con il DM 10 novembre 2011 (G.U. n. 48 del 27 febbraio 2012 – S.O. n. 37) del Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione, di concerto con il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare.

Sulla base di tale contesto normativo, il RNDT costituisce il catalogo nazionale dei metadati riguardanti i dati territoriali e i servizi ad essi relativi disponibili presso le Pubbliche Amministrazion e si configura, altresì, come registro publico di tali dati certificandone l’esistenza attraverso la pubblicazione dei relativi metadati.

Il RNDT è basato sugli Standard ISO 19115, 19119 e TS 19139, prodotti dal Technical Committe ISO/TC211 che si occupa di standard per l’informazione geografica. Il rispetto delle regole tecniche del RNDT in aderenza agli standard ISO di riferimento assicura la contestuale conformità, senza ulteriori adempimenti, al regolamento (CE) n. 1205/2008 recante attuazione della direttiva INSPIRE per quanto riguarda i metadati.

Come previsto dall’art. 59 del CAD, DigitPA è direttamente investito nella gestione organizzativa e tecnologica del RNDT, in coerenza con le disposizioni che disciplinano il Sistema pubblico di connettività e cooperazione.

DigitPA ha quindi realizzato il portale RNDT – interamente con tecnologia open source – attraverso il quale sono fornite le due funzionalità tipiche di un servizio di catalogo:

  • la consultazione dei metadati, accessibile a tutti;
  • la gestione dei metadati, riservata alle Pubbliche Amministrazioni accreditate.

Il Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali è quindi lo strumento ufficiale  per ricercare, attraverso i metadati, i dati territoriali – e relativi servizi – disponibili presso le pubbliche amministrazioni, per valutarne l’idoneità allo scopo e ottenere le opportune indicazioni sulle loro condizioni di accesso e utilizzo.

A conclusione di tale fase di sperimentazione, nel Catalogo risultano già inseriti i metadati relativi a circa 600 set di dati, che rappresentano il primo nucleo di dati disponibili. Le potenzialità di consultazione del Catalogo saranno evidentemente più ampie man mano che le Amministrazioni provvederanno alla sua alimentazione con i metadati relativi ai dati e ai servizi territoriali di propria competenza.

Dopo l’avvio in esercizio del portale, il processo di evoluzione del Repertorio prevede i seguenti sviluppi:

  • erogazione dei servizi in modalità di cooperazione applicativa (SPC);
  • implementazione dei servizi di ricerca (discovery services) di cui all’art. 7 co. 1 lettera a) del D. Lgs. 32/2010;
  • interazioni con altre infrastrutture (Geoportale Inspire (è disponibile anche qui una versione aggionata …. ), Geoportale Nazionale, ecc.).

Fonte: DigitPA

Bring the Food: un’applicazione per evitare gli sprechi di cibo

5 aprile 2012 1 commento

Sul sito della Fondazione Bruno Kessler è apparso un interessante post relativo all’applicazione “Bring the Food” il cui obiettivo è quello di permettere a gestori di ristoranti, servizi di catering e supermercati di segnalare le eccedenze di cibo da mettere a disposizione e, allo stesso tempo, alle organizzazioni umanitarie di richiederle in tempo reale.

I donatori possono specificare il numero di porzioni disponibili e la scadenza, mentre i richiedenti possono vedere su una mappa i punti di distribuzione più vicini e prenotare immediatamente le derrate alimentari necessarie.

L’applicazione è stata presentato  in marzo alla conferenza di settore ICTD2012 (International conference on information and communication technologies and development), ad Atlanta negli U.S.A., riscuotendo parecchio successo in particolare da parte di gruppi di ricerca e ONG di Germania, Israele, Canada e Stati Uniti ed ora si stanno cercando partner e organizzazioni per avviare una sperimentazione e possibilmente un utilizzo permanente anche sul territorio nazionale.

E’ previsto che la sperimentazione sia del tutto gratuita e che possa anche essere personalizzata in base alle esigenze specifiche dei richiedenti.
Per manifestare il proprio interesse, è sufficiente mettersi in contatto con:
Tutte le informazioni si possono trovare sul sito di “Bring the Food” .

POSTGIS 2.0.0: rilasciato!


Rilasciato POSTGIS 2.0.0 !!!

Fonte: PostGIS

Google’s Augmented Reality Glasses: ci siamo … in test!


La notizia era già uscita un po di tempo fa ma ora sembra che ci siamo: gli occhiali di Google con integrata la realtà aumentata sono in fase di test.

Ecco il filmato di presentazione

Fonte: Spatial Sustain, Very Spatial