Archivio

Archive for 25 luglio 2012

ROI di un GIS: un caso concreto


Spesso si sente parlare del valore aggiunto di un GIS, dell’efficienza che un GIS può portare, e in generale del ROI (Return Of Investments) di un GIS.

Se già non è facile calcolare a priori tale grandezza (anche se ci sono metodologie che sono state recentemente proposte …..), anzora meno facile è trovare casi reali che dimostrino tangibilmente questi vantaggi.

Mi sono imbattuto (ma anche qui), però in uno di questo casi e quindi mi sento di segnalarlo anche perchè si riferisce ad una contea di quasi due milioni di persone e con una stima di 1.000 funzionari  di 42 agenzie che utilizzabo dati spaziali e applicazioni  che le utilizzano nel loro lavoro quotidiano. Si tratta della contea di King County, Seattle, Washington

Lo studio dimostra, con un’analisi “ex-post” e quindi con numeri alla mano, il ROI degli investimenti GIS effettuati da parte della contea, da cui si vede che nel solo anno 2010

si sono avuti, al netto dei costi sostenuti per il sistema GIS pari a circa 14 milioni di dollaru, dei benefici netti pari a più di 180 milioni di dollari !!!

Per chi fosse interessato ecco il riferimento al documento in cui sono riportati tutti i dati compresa la descrizione della metodologia utilizzata.

In un periodo come quello attuale in cui si parla tanto di “riduzione di spese”, di “lavoro”, di “efficienza” e di “crescita” forse vale la pena ragionare su casi come quello citato ( al netto che le tecnologie utilizzate siano di tipo commerciale, come nel caso della contea di King County, od open source, su cui nel dettaglio questa volta non mi soffermerei ma punterei maggiormente sulla sostanza).

Fonte: ArcNews

Categorie:GIS, Progetti Tag:, , ,