Archivio

Archive for gennaio 2014

L’Agenzia per l’Italia Digitale pubblica le specifiche di contenuto per i DB delle reti di sottoservizi


L’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) ha pubblicato oggi  le specifiche di contenuto per i data base delle reti di sottoservizi.

L’Agenzia ritiene necessario assicurare il mantenimento di tali specifiche quale base informativa di riferimento per la costituzione di un catasto delle infrastrutture omogeneo a copertura nazionale, al fine sia di garantire l’omogeneità e l’interoperabilità a livello interregionale sia di consentire la realizzazione di progetti di interesse generale.

La metodologia di gestione delle presenti specifiche è allineata alle più generali Specifiche di contenuto per i DataBase Geotopografici.

Il documento che si rende disponibile è stato generato utilizzando gli strumenti propri della GeoUML methodology, prodotti nell’ambito delle attività del CPSG-CISIS e dello SpatialDBgroup del Politecnico di Milano.

Una grossa opportunità di avere un database di riferimento omogeneo du tutto il territorio nazionale per dei livelli informativi di interesse trasversale.

Fonte: Agenzia per l’Italia Digitale (AgID)

Test INSPIRE: RNDT passa l’esame!


Un’ottima notizia per RNDT sul fronte INSPIRE: piena conformità ai Regolamenti e alle linee guida tecniche di INSPIRE sui metadati, sui servizi di rete, sia per quanto riguarda la struttura e il contenuto dei dati che per quanto riguarda le caratteristiche del servizio medesimo.

Per i dettagli ecco il report dei test.

logo_RNDTFonte: RNDT

Categorie:Progetti Tag:,

GeoNews 29/01/2014


GeoNews di personale interesse apparse in questi giorni:

  • L’Ordinance Survey ipotizza di usare dati di OpenStreetMap nei suoi prodotti futuri? (fonte @oobr)

OrdinanceSurvey-OSM

  • OpenStreetMap riporta già gli impianti olimpici di Sochi 2014 … gli “altri” no … 🙂 (fonte @_alastair)

Sochi

  • Gereida è una città in Sudan che si trova solo su OpenStreetMap ! (fonte @1jour1carte)

Gereida

  • Il governo statunitense ha lanciato il progetto MapGive un sito per promuovere l’uso di OpenStreetMap facendo leva sull’importanza di dati accurati ed aggiornati in caso di necessità umanitarie di emergenza (fonte Gfoss Mailing List – Maurizio Napolitano)
  • Routing: un’altra soluzione open source java based che permette di calcolare percorsi usando coem dati quelli di OpenStreetMap: GraphHopper ! (fonte Gfoss Mailing List – Maurizio Napolitano)

Un po’ di GeoNews …


Ho raccolto alcune “geonews” di personale interesse apparse in questi giorni:

  • OpenStreetMap: pubblicato lo stato dell’arte del progetto e i futuri trend di questo progetto di volunteered geographic information (VGI) (fonte @pascal_n)
  • QGIS: video di come l’Ordinance Survey utilizza QGIS. Di particolare interesse l’uso degli stili ufficiali rilasciati in modalità libera in formato SLD e scaricati 1.300 volte (vedi precedente post). Utilizzo del Print Composer (fonte @timlinux)
  • ESRI: progetti Javascript open source (non tutti legati alle tecnologie ESRI ….), disponibili su ESRI GitHub  (fonte @JimBarry)
  • Open Data? Big Data? Open Government Data? Un ottimo articolo che ne spiega i concetti (fonte @Lebowskiana)
  • OpenStreetMap: offline renedering e routing su dati OSM con libosmcout (libreria open source su sourceforge) (fonte @simonecortesi)
  • Merano real time bus: mobilità urbana ed extraurbana in tempo reale. Progetto sviluppato dal comune di Merano per conoscere in tempo reale ogni informazione utile sul transito degli auotobus. I dispositivi GPS installati sugli autobus inviano la posizione al sistema: i dati vengono successivamente salvati su banca dati spaziale e mostrati sulla mappa su base OpenStreetMap (fonte @PlanetGIS)

I dati sui civici resi disponibili da ISTAT per metà Febbraio?


Ad Ottobre 2013 ISTAT in suo tweet annunciava che, entro la fine dell’anno, avrebbe reso disponibili ai comuni con più di 20.000 abitanti i dati sui civici.

Avendo giudicato la notizia particolarmente degna di nota  mi sono segnato la data e così qualche giorno fa ho chiesto, via twitter, ad ISTAT se c’erano news in proposito.

La risposta è stata tempestiva e la condivido ….

CiviciISTAT

Sembra quindi che nel mese di Febbraio 2014 avremo delle novità: i dati saranno tra l’altro accessibili a tutti sebbene non rientrino ancora nel progetto open data di ISTAT e quindi al momento non è chiaro quali saranno le licenze d’uso.

Attendiamo e vediamo.

Categorie:Progetti Tag:,

Collegare Wikipedia e OpenStreetMap: ora si può fare ecco come!

9 gennaio 2014 4 commenti

OpenStreetMap viene spesso citato nelle presentazioni come “wikipedia delle mappe”, per citare un’assonanza con un progetto open source noto al grande pubblico.

Era strano che i due, pure avendo molto in comune, non avessero ancora legami stretti: ad OSMIT 2013 si è deciso di provare a collegare i due mondi e possiamo dire che da oggi si è passati alla fase operativa grazie al progetto wtosm (wikipedia tags to osm), realizzato con il contributo di Simone Groppo,  Cristian Consonni e Luca Delucchi, il cui sorgente è qui https://github.com/simone-f/wikipedia-tags-in-osm e una sua installazionela si può trovare qua http://geodati.fmach.it/gfoss_geodata/osm/wtosm (un buon contributo alla causa è stato anche dato dal progetto WIWOSM (Wikipedia where in OSM): http://wiki.openstreetmap.org/wiki/WIWOSM )

In estrema sintesi il codice elaborato va a interrogare le voci di wikipedia che hanno coordinate oppure che sono prive ma di cui si riesce a capire che sono entità geografiche (rif. http://www.slideshare.net/CristianCantoro/data-coherence-between-openstreetmap-and-wikipedia-presentation-state-of-the-map-2013-birmingham
), e presenta una pagina attraverso cui si chiede agli utenti di collegare le due basi dati (ATTENZIONE: il codice è in continua evoluzione …).

Lo script viene aggiornato ogni ora.

WTOSM offre diversi canali di entrata:

  • per Temi

wtosm_temi

  • per Regioni

wtosm_regioni

  • per Mappa

wtosm_mappa

Ecco un oggetto che era presente in Wikipedia ma non in OSM (e quindi tantomeno linkato …)

new_object_osm

(notare in basso a sinistra la presenza del tag “wikipedia”).

Ecco come compare ora la mappa di wikipedia per l’oggetto in esame:

stazione_carmagnola_wikipedia

Difficile? Non molto: è sufficiente avere un account per editare features in OSM e sapere fare un minimo di editing (a volte nemmeno quello se l’oggetto geometrico in OSM esiste già …..): ecco un video molto chiaro, realizzato da Andrea Borruso, che spiega come fare una sessione di linking

Divertitevi!

Fonte: spaghettiopendata@googlegroups.com & talk-it@openstreetmap.org

Spaghetti Open Data 2014 (SOD14): a Bologna dal 28 al 30 Marzo 2014


E’ appena stata dato l’annuncio ufficiale di quando si terrà Spaghetti Open Data 2014 (SOD14) ………

  • Bologna dal 28 al 30 Marzo 2014

SOD13

Per chi interessato a seguire (o contribuire a ….), l’organizzazione è sufficiente iscriversi a spaghettiopendata@googlegroups.com

Fonte: spaghettiopendata@googlegroups.com