Archivio

Posts Tagged ‘Javascript’

Framework Javascript: quali alternative?


L’uso di Javascript si sta sempre più ampliando anche nel mondo del web mapping / web gis.

Non è più tempo di applicazioni javascript in modalità “spaghetti code”, gli stessi browser si sono evoluti rispetto anche a solo pchi anni fa, l’avvento del mobile ha aperto nuove opportunità, negli anni abbiamo visto l’avvento di realtà quali ExtJS o JQuery che negli anni passati hanno ampliato e iniziato a strutturare lo sviluppo in Javascript, ecc … e oggi sono disponibili una gran varietà di framework che provano ad implementare un approccio Model-View-Control anche con Javascript che permettono di strutturare il codice per renderlo maggiormente manutenibile.

E’ quindi inevitabile per chi sia, o sarà, coinvolto nello sviluppo di nuove soluzioni su web “classico” ma anche su mondo mobile, acquisire una conoscenza approfondita di un qualche (o magari più di uno …), di questi framework emergenti.

Può essere utile a tale scopo questo post e il video seguente che  confronta 4 javascript frameworks – KnockoutBackboneAngular, and Ember a cui si può andare ad aggiungere Polymer (al momento ancora prematuro ma sembra essere il futuro su questa tecnologia …), Underscore, Bootstrap.

Fonte: blog.davebouwman.com

Sviluppo di applicazioni su piattaforma mobile: quali soluzioni?

8 ottobre 2011 1 commento

La sempre più ampia diffusione di dispositivi mobili, siano essi smartphone o tablet (vedi i dati riportati del numero di possessori di smartphone nel mercato USA nel mio recente post), apre grandi opportunità a tutti coloro che hanno come business quello di creare applicazioni con cui offrire servizi da “consumare” attraverso questi dispositivi.

Si stima, infatti, che il mercato del mobile entro pochi anni supererà (sostituirà?), quello dell’attuale personal computer, ampliandone e diffondendone l’uso e quindi la potenzialità di usare, fruire e consumare servizi siano essi gratuiti e/o a pagamento.

Le applicazioni e servizi offerti per il mobile devono affrontare una sfida molto difficile: fornire informazioni / tools tenendo in considerazione gli aspetti legati a chi, dove, quando e cosa un utente sta facendo, operare nelle condizioni più “ostili”, distribuirle il più rapidamente possibile, a costi sempre più bassi e competitivi ad una comunità di utenti con aspettative sempre più ampie.

Chi debba realizzare le applicazioni / servizi di riferimento deve al tempo stesso tenere in forte considerazione e dimostrare di saper governare al meglio, l’eterogeneità del mondo mobile che è amplissima: dispositivi, sistemi operativi, linguaggi di sviluppo, diverse UI, tipologia di applicazioni (web app? app native?), ecc …

Più quanto realizzato è in grado di operare in modo indistinto sui diversi dispositivi e piattaforme (trasversalità), sfruttandone al tempo stesso le peculiarità (versatilità), maggiore e il potenziale di diffusione di quell’applicazione.

Non esiste al momento “la” soluzione e questo post cerca di analizzare quello che è lo stato dell’arte cercando di dare spiegazioni e motivazioni, evidenziando punti di forza e limiti delle possibilità attuali. Resta il mito del “write once, run everywhere” vedremo nel seguito se raggiungibile o meno.

Occorre poi considerare che questo mondo è in vertiginosa evoluzione e quindi potrei essere rapidamente smentito nelle mie affermazioni quindi, al netto delle cose qui affermate e dei riferimenti che riporterò, …. stay tuned!! Leggi tutto…