Archivio

Posts Tagged ‘LIDAR’

Rendering dati LIDAR 3D via web browsers


Su GIS Lounge è apparso un post che presenta una soluzione Javascript per fare rendering di dati LIDAR 3D all’interno di un web browser.

Non ho avuto modo di provare direttamente il prodotto ma dall’articolo sembra una soluzione interessante a livello potenziale.

Fabric Engine ed è prodotto di una start-up con lo stesso nome che dichiara come obiettivo quello di rendere disponibili in linguaggi di scripting quali Javascript, Ruby, Python, eccc caratteristiche computazioni tipiche dei linguaggi compilati e multi-threaded. Questo da la possibilità agli sviluppatori web di affrontare funzionalità tipicamente “computationally intensive ” usando i linguaggi del mondo web con cui sono abituati a lavorare.

Fabric Engine può operare sul server  nel browser, permettendo così agli sviluppatori di distruibire performance interessanti ogni qual volta sia richiesto.

Per il mercato GIS Fabric Engine permette ad uno svilupatore web di realizzare soluzioni per visualizzare dati LIDAR di ampie dimensioni direttamente in un web browser, permettendo così di ampliare fortemente l’utilizzo di questa tipologia di informazione che sta diventando rapidamente sempre più disponibile.

Il prodotto ad oggi risulta essere compatibile solo perFirefox e Chrome e gli utenti devono scaricare ed installare il plugin per poter eseguire le demo del prodotto messe a disposizione: l’azienda dichiara che sta lavorando per rendere Fabric Engine “embedded” rispettio al browser e quindi poter operare senza necessità di plug-in.

Ecco un video dell’ Autzen Stadium di Eugene, Oregon renderizzata a colori: la scena è stata costruita da un insieme di 10.5 milioni di punti.

Fonte: GIS Lounge

Categorie:3D, GIS, Progetti Tag:,

2011 ESRI International User Conference: primo giorno


Oggi si è inaugurata la ESRI International User Conference a San Diego.

Si tratta di uno dei principali eventi su questa tematica a livello mondiale (quest’anno si prevedono 15.000 partecipanti nell’arco dell’intera settimana), ed è un buon mezzo per capire quelle che saranno le tendenze dei prossimi mesi e le novità del leader di mercato del mondo GIS.

E’ già disponibile sul sito della conferenza il video di una parte della sessione plenaria di apertura (purtroppo il formato è un po piccolino ma per ora ci si deve accontentare …..).

In modo per ora destrutturato ecco alcune prime note e osservazioni tratte da alcuni blog di chi vi sta partecipando direttamente, un modo per avere le prime impressioni “a caldo”:

oltre ovviamente al blog ufficiale della conferenza.

Da una lettura veloce quello che per ora emerge:

  • grande enfasi su ArcGIS OnLine
  • forte integrazione tra ArcGIS Desktop e ArcGIS OnLine, il primo strumento si authoring per il secondo, attenzione NON solo di mappe ma bensì di mappe “intelligenti” (dati, modelli e processi). Una forte risposta a Google Earth Builder
  • accesso diretto  SQL a SQL Server, Oracle, Postgres, DB2 and NETEZZA
  • disponbilità dalla 10.1 di un ArcGIS Runtime (anche per piattaforme a 64 bi). Una sorta dinuovo  “MapObjects” ?
  • disponibilità di ArcGIS for home use ad un fee abbuale di  100 $ compreso supporto e training (vedi questo precedente post)
  • supporto dalla 10.1 di dati LIDAR. E’ possibile leggere LAS files in ArcMap e usare i tools 3D per il preview, come anche convertirli in raster, TIN
  • ecc ….