Archivio

Archive for settembre 2012

OpenStreetMap: chi fa cosa dove

30 settembre 2012 Lascia un commento

E’ finalmente stato realizzato un interessante e utile tool che permette di visualizzare su una mappa chi sta facendo cosa e dove su OpenStreetMap, permettendo anche di monitorare un’area per conoscere le attività in corso.

Il tool si chiama WHODIDIT

Nell’immagine, tratta dall’help dello strumentp sono evidenziate in sintesi le funzionalità offerte.

Decisamente utile!

Fonte: OSM Talk

Annunci

Open Layers 3 Code Sprint

29 settembre 2012 Lascia un commento

Si è svolto in questi giorni a Vienna, presso il Research Group Cartography dell’Università, un  code sprint su Open Layers 3.

Ecco in sintesi le principali novità:

  • utilizzo di jsdoc3 per generare la documentazione dell’API
  • utilizzo del framework Jasmine  e di Travis CI (Continuous Integration)  per il testing e l’integrazione continua
  • miglioramento dell’utilizzo in campo mobile in modalità touch
  • sincronizzaizone di mappe DOM e mappe WebGL

Per ora non è stato ancora fatto un commit finale e quindi questa nuova versione di OpenLayers non è ancora disponible pe rgli utenti finali.

Fonte: OpenLayers Blog

TED talks: una mappa per visualizzare le consultazioni

29 settembre 2012 Lascia un commento

Chi non conosce i talks di TED? Ogni giorno più di 450.000 persone si connettono al sito per visualizzare un qualche intervento. Ma da dove? E che cosa guardano? I talk più recenti o quelli più “classici”?  E’ stato fatto un piccolo esperimento per rappresentare su una mappa la localizzazione di tutti i contatti di un giorno ed ecco il risultato:

Dai dettagli tecnici della soluzione (resa disponibile in modalità open source), le tecnologie utilizzate sono POSTGIS e Ruby.

Fonte: TED

Mappe Apple: Cupertino corre ai ripari?

25 settembre 2012 2 commenti

E’ notizia di questi giorni che, sebbene Apple sia entrata nel mondo delle mappe con una sua soluzione, la prima uscita non ha riscontrato un gran successo (con un sacco di ironie anche sul web).

Sembra che Apple si fosse già resa conto dei problemi, per cui già ben 10 giorni prima del lancio ufficiale di map app in iOS 6, stesse cercando ben sei iOS map engineers.

Ora sembra cercare di fare di più per risolvere il problema cercando direttamente di reclutare ex membri del Google Maps staff offrendo uno stipendio di 85.ooo dollari più le spese pagate per il trasferimento a Cupertino.

In realtà occorre considerare che potrebbe non essere sufficiente in quanto la “forza” dell’avversario  non sta tanto o solo nella differenza funzionale, ma nell’enorme base dati e nei meccanimi di gestione ed aggiornamento che nel corso degli anni, nel bene o nel male, Google ha messo in piedi e che rappresenta il vero valore aggiunto offerto con Google Maps, Street View, Google Earth, ecc … su cui Big G sta puntando anche per le evoluzioni future.

Fonte: https://twitter.com/azanetti/status/249435847965945856 https://twitter.com/geospatialnews/status/250418420225544192

Categorie:Google Tag:,

Generare panorami partendo da un click sulla mappa

24 settembre 2012 Lascia un commento

Riporto quanto apparso oggi  su Google Maps Mania perchè mi ha colpito molto.

Tre belle applicazioni che permettono, in modo diverso, di generare panorami partendo da un punto su di una mappa.

Si tratta di:

Ecco un esempio di quello che si può ottenere

Fonte: Google Maps Mania

Google Crisis Response: un video di approfondimento

24 settembre 2012 Lascia un commento

Su Geo Developers Blog di Google è apparso un post con un interessante video che offre un approfondimento su come è realizzato ed opera  Google Crisis Response.

Google Crisis Response è stato costituito nel Gennaio 2011 dopo il terremoto ad Haiti per organizzare le  risorse di Google da mettere a disposizione alla comunità in casi di eventi calamitosi di quella portata.

Il suo obiettivo è, in caso di calamità, raccogliere e pubblicare dati georiferiti ed eterogenei che possono provenire da fonti e enti diversi, su una mappa in modo unitario senza necessità di utilizzare strumenti tecnici per specialisti

Utilizza gli stessi strumenti ed API che sono disponibili agli sviluppatori esterni tra cui:

  • le API di Google Maps ovviamente
  • Google Fusion Tables per ospitare sul cloud le informazioni da condividere e rappresentare su mappa
  • Google Closure Compiler per ridurre le  dimensoni delle applicazioni Javascript based al fien di renderle maggiormente prestanti ed operative anche su dispositivi mobili
  • Google JS Test per i test unitari per JavaScript e per testare così la portabilità sui vari browser e anche per il mobile

Fonte: Google Geo Developers Blog

GFOSS DAY 2012 e OSMit2012 a Torino 14-17 Novembre 2012: call for presentation !!

18 settembre 2012 Lascia un commento

L’Associazione Italiana per l’Informazione Geografica Libera e l’OpenStreetMap Italia organizzano la quinta conferenza italiana sul software geografico e sui dati geografici liberi (GFOSS DAY 2012) e il quarto meeting degli Utenti di OpenStreetMap (OSMit 2012).
Le conferenze, che si terranno dal 14 al 17 novembre, saranno ospitate dal Centro Incontri della Regione Piemonte, Corso Stati Uniti 23,  e dal Politecnico di Torino.

Lo scopo principale della conferenza è quello di coinvolgere imprese, enti pubblici, sviluppatori, cittadini, operatori del settore ed appassionati dei temi del software libero geografico e degli open data.

Gli autori interessati a sottoporre le proprie proposte di intervento possono consultare la Call for presentation: scadenza 7 Ottobre 2012.