Archivio

Posts Tagged ‘OGC’

GeoPackage: un webinar OGC per saperne un po di più


E’ recente la notizia dell’adozione del GeoPackage Standard per le soluzioni mobile da parte dell’OGC.

Lo standard GeoPackage definisce un container SQLite aperto, non proprietario e platform indipendent per distribuire e utilizzare dati geospaziali: questo approccio permette di semplificare le fasi di sviluppo e offre alle applicazioni accesso ad un ampia varietà di servizi di geoprocessing web based.

Ora lo stesso OGC diffonde un webinar di un’ora in cui viene data una panoramica delle applicazioni e delle risorse che gli sviluppatori possono utilizzare per iniziare a sfruttare il nuovo standard.

Gli obiettivi del webinar sono quelli di illustrare:

  • come GeoPackage Standard permette agli sviluppatori di soluzioni mobile di entrare in contatto con dati e servizi di localizzazione cloud-based
  • come GeoPackage Standard lavora in situazioni dove l’accesso Internet è intermittente o completamente assente
  • come GeoPackage Standard è utile per applicazioni mobili fornite a squadre di lavoro sul territorio fornendo informazioni durante un evento di emergenza
  • come le API del GeoPackage Standard aumentano l’interoperabilità cross-platform di app e web services in un ambiente mobile

Fonte: Directions Magazine

Categorie:GIS, Mobile Tag:,

OGC adotta GeoPackage Standard per le soluzioni mobile


Notizia di oggi: OGC adotta GeoPackage Standard per le soluzioni mobile !!

geopkg

Questo standard renderà più facile scambiare e condividere dati spaziali tra dispositivi, applicazioni e web services nel mondo mobile, anche in un contesto di connettività di rete limitata o assente.

Lo standard GeoPackage definisce un container SQLite che è aperto, non proprietario e platform indipendent per distribuire e utilizzare dati geospaziali: questo approccio permette di semplificare le fasi di sviluppo e offre alle applicazioni accesso ad un ampia varietà di servizi di geoprocessing web based.

Ecco il riferimento ufficiale OGC dello standard: http://www.opengeospatial.org/standards/geopackage

Maggiori dettagli qui, mentre ecco l’accesso al repository GitHub della specification dello standard.

Fonte: OGC

 

Categorie:Progetti Tag:,

GeoPackage: OGC apre il periodo dei pubblici commenti


L’OGC GeoPackage ha fatto un ulteriore passo avanti: è stato aperto infatti il periodo dei pubblici commenti che ci chiuderà il 7 Febbario 2013.

A tale scopo è stato reso disponibile il draft dello standard.

Per chi interessato ecco anche un intervento di James Fee dal blog di WeoGeo.

Fonte: Open Geospatial Consortium

Categorie:GIS Tag:, ,

OGC Technical Committee Geospatial Business Intelligence Domain Working Group (GeoBI DWG)


Nel corso del 2011 approfondimenti di Gartner sul mondo della Business Intelligence suggeriscono che:

  • il mercato delle soluzioni di Business Inteligence rischia di creare silos frammentati di dati, definizioni e tools
  • sempre di più la business intelligence necessita di introdurre l’utilizzo della componente spaziale delle informazioni

La business intelligence si sta quindi “estendendo spazialmente” e si inizia a parlare di GeoBI.

L’OGC cerca di giocare un ruolo di standardizzazione anche su questo campo e ha istituito un nuovo working group denominato Geospatial Business Intelligence Domain Working Group (GeoBI DWG)

Fonte: Spatialytics

Mappare l’interno degli edifici sembra essere una nuova frontiera: novità anche sul fronte Open StreetMap


A Novembre 2011 Google annunciava la possibilità di mappare l’interno degli edifici e di poter utilizzare questa nuova possibilità di navigazione da Google 6.0 for Android, e da allora aumentano le  indoor maps disponibili.

Anche al CES, la più grande rassegna mondiale di tecnologia di consumo, Google ha offerto ai partecipanti questa nuova opportunità.

Il fatto che si muova  Big G su questo campo significa che intravede nuove possibilità di business in tal senso ed in effetti ci possono essere diversi scenari di applicazione dagli aeroporti (si pensi a situazioni in cui si finisca in aeroporti non conosciuti magari in un paese straniero del quale non si conosce la lingua, tipo Russia, Cina o Giappone), oppure gradi centri commerciali o grandi alberghi con migliaia di stanze.

Anche Bing, sul fronte Microsoft, per altro non è rimasta al palo e si sta muovendo su questo fronte.

Queste iniziative rischiamo di però di essere poco “aperte” e “standardizzare”.

Per cercare di dare una risposta al secondo punto l’Open Geospatial Consortium ha istituito un nuovo techical committe standards working group il cui obiettivo è quello di proporre uno standard per l’IndoorGML Standard. Questo nuovo standard dovrebbe stabilire un franework per l’interoperability tra applicazioni / servizi per l’indoor navigation che coprono areee diverse quali indoor LBS, indoor web map services, indoor emergency control, ecc …

Per il primo punto è apparso un post relativo ad Open StreetMap e indoor maps, che illustra come anche nel mondo open source inziano ad esserci iniziative che cercano di dare modelli e risposte con anche i primi prototipi disponibili.

Fonte: The Official Google Blog, Directions Magazine, Open GeoData

Open GeoSMS: ora è uno standard OGC


In un precedente post avevo già accennato allo standard Open GeoSMS, ai suoi potenziali utilizzi e come la piattaforma Ushahidi intenda includerne il supporto  all’interno della sua soluzione mobile .

Da poco Open GeoSMS è uscito dalla fase di “candidate” ed è diventato standard ufficiale.

Per chi non sapesse cos’è Open GeoSMS riporto integralmente l’overview presnete sul sito OGC:

The OGC Open GeoSMS Standard provides developers with an extended Short Message Service (SMS) encoding and interface to facilitate communication of location content between different LBS (Location-Based Service) devices or applications. SMS is the open text communication service standard most commonly used in phone, web and mobile communication systems for the exchange of short text messages between fixed line or mobile phone devices. The lightweight and easy to implement Open GeoSMS Standard facilitates interoperability between mobile applications and the rapidly expanding world of geospatial applications and services that implement OGC standard interfaces, encodings and best practices.”

Fonte: Between the Poles

 

 

Categorie:GIS Tag:, , ,

Segnalazioni sul territorio, disaster management, ecc ..: lo standard OGC GeoSMS può essere utile


Tra i vari standard proposti da OGC il GeoSMS è probabilmente poco noto e ancora a livello di “candidate”,  ma potrebbe rivelarsi particolarmente utile e interessante se utilizzato per raccogliere segnalazioni sul territorio in particolare se associato a dispositivi mobili dotati di GPS, come i sempre più diffusi smartphone e ad app dedicate che semplifichino la raccolta georiferita e multimediale di informazioni / eventi.

Ecco un piccolo video che illustra come e in quali situazioni  si potrebbe utilizzare e sfruttare il protocollo

Il seguente post si illustra come la  piattaforma Ushahidi intenda includere il supporto del protocollo all’interno della sua soluzione mobile così che possa essere  utilizzata in contesti diversi per raccogliere informazioni geo-taggate.

Fonte: Ushahidi Blog